Nika island resort & spa Maldives

Una delle tante ragioni per scegliere il Nika Island Resort & Spa alle Maldive, nell’atollo di Ari, è la privacy assoluta offerta dai bungalow con spiaggia privata, circondati da una natura rigogliosa sapientemente curata.
Non tutti sanno che all’inizio, negli anni ’80, questo paradiso di sabbia e palme venne scelto da un eremita al solo scopo di coltivare banane, ananas ed insalata; ancora oggi nei piatti del nostro buffet non mancano mai rucola e basilico coltivati sull’isola. L’eremita importò dalla vicina Sri Lanka molta terra, costruì immense vasche e le riempì di piante di banani, che tutt’ora spiccano tra la lussureggiante vegetazione del Resort.
Un giorno, al sorgere del sole, con il piede nella sabbia solcò i confini di una villa in riva al mare, dove oggi domina il bungalow numero 1.  Tracciò la forma a spirale di una conchiglia e, con modalità di costruzione maldiviane tradizionali, eresse la prima villa di 75 mq, usando il corallo depositato sulla spiaggia. Nell’arco di pochi mesi, 11 ville private, un ristorante in riva al mare e un coffee shop sulla spiaggia emersero in un lembo di sabbia bianca. Nacque così il Nika Island Resort.
Oggi come allora, ogni villa ha il proprio giardino e la propria spiaggia privata, delimitata da frangiflutti, mangrovie e dighette di corallo. Da ogni spiaggia privata, con solo due bracciate in una laguna turchese, si accede ad una delle più belle e ricche barriere coralline delle Maldive.
Da sempre, natura e privacy regnano sovrani nel sogno ad occhi aperti chiamato Nika Island Resort & spa.
Venite a trovarci!

Annunci

RAJA AMPAT – AGUSTA ECO RESORT

<untitled> 811.jpg

Raja Ampat (in indonesiano i “4 Re”  – denominazione risalente al fatto che il dominio sulle isole era anticamente suddiviso tra 4 sultani) è un arcipelago formato da circa 1500 isole per lo più montuose situate ad ovest della Papua, in Indonesia.

L’arcipelago si trova all’incontro tra Oceano Indiano e Oceano Pacifico e geograficamente fa parte del continente australiano. Si tratta di un vero e proprio labirinto formato da bracci di mare turchese e piccoli isolotti verde smeraldo che circondano le isole principali di Misool, Waigeo, Salawati e Batanta.

L’evoluzione della natura ha qui trovato terreno fertile, tanto che Raja Ampat si può definire l’epicentro della biodiversità marina, è riconosciuta dagli scienziati e dai biologi come una delle zone più ricche del pianeta sotto il profilo subacqueo e terrestre. Le isole sono completamente ricoperte da una densa vegetazione e contornate da spiagge  – con sabbia simile a borotalco – bagnate da acque cristalline.

Il nostro periodo invernale coincide con la stagione migliore per visitare la grande area di Raja Ampat, anche se il Paese è comunque visitabile tutto l’anno, dato che non esiste una vera e propria stagione delle piogge.

Attualmente in Raja Ampat sono state identificate oltre 1300 specie di pesci e circa 600 specie di corallo duro (circa il 70% delle specie descritte in tutto il mondo).  Le temperature medie del mare oscillano dai 22 ai 30 gradi celsius e la varietà degli scenari è caratterizzata da cambiamenti repentini: in poche centinaia di metri si passa dalle acque profonde di tipo oceanico a lagune costiere popolate da specie endemiche come lo squalo Wobbegong (detto Squalo Tappeto), lo squalo Epaulette detto Squalo che Cammina, infatti adattandosi alla vita sul fondale ha mutato le pinne pettorali in zampe. E ancora, lo Squalo Bambù dalle Spalline, una forte presenza di pesci mangiatori di plancton come i Fucilieri, le maestose Mante, Nudibranchi e Cavallucci Pigmei. L’abbondanza di fauna risiede anche sulla terraferma, le foreste sono un paradiso per più di 170 specie di uccelli e 27 specie di mammiferi tra cui l’Echimipera, il Cusco Maculato, l’Opossum, il Ratto degli Alberi e varie specie di pipistrello.

L’isola di Agusta, uno degli isolotti  ancora disabitati che costellano il mare di Raja Ampat, è una meta strategica sotto molti punti di vista per chi rispetta la natura, ama l’avventura con un po’ di comfort, il mare, la tranquillità.

Agusta Eco Resort è strategicamente situato al centro del parco marino; da qui si possono quindi raggiungere tutte le classiche immersioni di Raja Ampat. Agusta e’ l’unico vero ECO RESORT di Raja Ampat, grazie a pannelli solari di ultimissima generazione collegati alle batterie di accumulo d’energia.

Di proprietà e gestione italiana, la struttura è composta da 10 cottages e 5 bungalow costruiti con legni pregiati ed ampie vetrate, porte a vetro scorrevoli e grandi finestre.

Soggiorno 7 notti trasferimenti inclusi, da EUR 650 in Papuan Cottage, da EUR 1120 in Superior Cottage, da EUR 1200 in Deluxe Cottage.
Dall’Italia, voli via Jakarta/Sorong. Tariffa aerea non inclusa, a partire da EUR 1300 tasse comprese. intravco@intravco.ithttp://www.intravco.it

airpicture.jpg

nemo raja.jpg

OMAN: VIAGGI INDIMENTICABILI CON INTRAVCO

1-new_RCALBUS_00046.jpg

MUSCAT AL BUSTAN PALACE, A RITZ CARLTON HOTEL Location da mille e una notte

Costruito nel 1985, l’hotel è stato riaperto nel 2009 dopo un totale rinnovamento da milioni di dollari che lo ha reso uno dei resort più lussuosi, esclusivi ed eleganti non solo della penisola arabica ma di tutto il mondo. Situato in uno scenario incredibile, tra il mare e i monti Hajar, l’hotel giace solitario in un lussureggiante giardino di 200 acri, si affaccia sulla bellissima spiaggia privata (la più lunga dell’Oman) e sul mare.
Benvenuti nel palazzo del Sultano! l’ultimo piano è infatti chiuso perché riservato stabilmente al Califfo ma appena entrati nella immensa e maestosa hall si respira il profumo d’incenso ed essenze speciali rilassanti, soffitti altissimi con lampadari a goccia e dall’enorme cupola dorata si diffondono note di musica classica.
All’esterno un intreccio di piscine contornate da palme e in riva al mare la “infinity pool” che viene addirittura raffreddata. La spiaggia è curata in ogni dettaglio. La palestra, con vista sul mare, è ben attrezzata. Il servizio é impeccabile. Il ristorante eccellente per scelta e qualitá, serate con”show cooking” e le colazioni sono indimenticabili

Intravco la propone dal 1 ottobre in DELUXE ROOM vista monti da EUR 936 in doppia per 5 notti con prima colazione Trasferimenti privati inclusi se prenotate entro il 13 ottobre.
intravco@intravco.ithttp://www.intravco.itnew_RCALBUS_00073.jpg

CAPODANNO IN OMAN by INTRAVCO

920x390_Desert.jpg920x390_31082012-IMG_4418.jpg

CAPODANNO NEL DESERTO: TOUR DISEGNI DI SABBIA  

7 giorni/6 notti, guida in italiano Partenza: 28 dicembre 2016 / Ritorno: 3 gennaio 2017 con Capodanno nel deserto. Un programma straordinariamente completo e ricco di visite che accompagneranno alla scoperta delle varie bellezze dell’Oman, dai Forti, Castelli e villaggi tradizionali, alle meravigliose oasi e wadi e ben 2 deserti, con caratteristiche differenti. L’itinerario si svolge per i primi 3 giorni in minibus per visitare la città, Nizwa e dintorni e gli ultimi 3 giorni in super confortevoli fuoristrada 4×4 Toyota Land Cruise o Nissan Patrol,

Durata: 7 GIORNI/6 NOTTI (estendibili: Musandam, Dhofar, Dubai)

Lingua: GUIDA UFFICIALE ITALIANA MADRELINGUA

28/12/2016 – MUSCAT Arrivo e trasferimento in hotel. Le camere verranno consegnate di norma per le ore 14.00. Alle ore 14.30 incontro con la guida italiana nella lobby dell’hotel e partenza per il Museo etnologico Bait Al Zubair la cui visita permetterà oltre che di osservare una preziosa collezione di Spade (Al Saif), Pugnali (Kanjar), armi varie e ceramiche, anche di comprendere costumi e tradizioni dell’Oman. Visita quindi dell’Alam Palace, residenza ufficiale del Sultano (esterno), dei due forti Portoghesi (esterno), Mirani e Jalali e del souq di Muttrah. Rientro in hotel per le ore 18.30. Pernottamento.

29/12/2016 – MUSCAT/BIRKAT AL MOUZ/NIZWA Prima colazione e visita della Grande Moschea, uno dei monumenti simbolo della città, per il suo stile raffinato ed elegante. Realizzata dal 1995 al 2001, la Moschea si estende su un’area 40000 mq. e fonde con grande armonia elementi che caratterizzano l’Oman in differenti stili islamici, utilizzando materiali di pregio provenienti da varie parti del mondo. Partenza per Birkat Al Mouz e visita della splendida oasi e del falaj Al Khatmeen, uno dei 5 aflaj iscritti nell’elenco dell’Unesco come patrimonio dell’umanità. Pranzo in una tipica casa omanita con menù a base di piatti locali. Partenza quindi per Nizwa. Arrivo e visita dell’antica capitale dell’Oman nel IX secolo, conosciuta con il nome di “Perla dell’Islam”. Si visiteranno il Forte risalente al XVII secolo ed il Castello, molto più antico, che data IX secolo. Visita quindi dei vari souq dove si potranno acquistare datteri, articoli dell’artigianato locale specie in argento, il tipico “kanjar”, spezie ed oggetti in terracotta. Proseguimento per l’hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

30/12/2016 – NIZWA/JABRIN/BAHLA/AL HAMRA/MISFAT/NIZWA Prima colazione e visita al mercato tradizionale del venerdì (goat market) a Nizwa. Partenza quindi per Jabrin, dove si trova il Castello più raffinato del Sultanato, un tempo polo di attrazione per studiosi ed eruditi. Il castello fu fatto costruire dall’imam Bil Arab bin Sultan Al Yaaruba nel XVII secolo ed è famoso per I suoi soffitti finemente affrescati. Partenza per Bahla per una breve visita dall’esterno della vecchia città fortificata, primo sito iscritto nel 1987 nell’elenco dell’Unesco come patrimonio dell’umanità. Pranzo in semplice ristorante locale a base di piatti tipici arabi. Partenza quindi per Al Hamra per visitare la splendida oasi ed il vecchio villaggio con le case in fango. Si proseguirà quindi lungo un bell’itinerario che si inerpica fino a quota 900 mt. circa per raggiungere il tradizionale villaggio di Misfat Al Abriyyn, situato in spettacolare posizione panoramica sul fianco della montagna. Passeggiata all’interno del villaggio per osservare i caratteristici “aflaj”, canali per il trasporto dell’acqua, alberi di mango, papaya, melograno e varie coltivazioni. Si potrà comprendere come si svolge la vita rurale in Oman. Rientro a Nizwa. Cena e pernottamento.

31/12/2016 – NIZWA/MANAH/AL JADIDAH/UM QASHRAB/WAHIBA SANDS Prima colazione, incontro con i fuoristrada 4×4 e partenza per Manah dove si visiterà il Forte Al Fiqain (esterno), il più alto dell’Oman, ed il vecchio villaggio tradizionale con le case in fango. Partenza per Al Jadidah e quindi per il deserto di Wahiba Sands, attraverso un susseguirsi di dune fino a raggiungere Um Qashrab, località situata nel cuore di Wahiba Sands, dove si trova un’incredibile vegetazione con alberi e cespugli. Pranzo pic-nic. Si proseguirà quindi lungo un’affascinante itinerario di ben 110 km. all’interno del deserto con numerosi stop fotografici, un’avventura unica ed indimenticabile per vivere l’atmosfera straordinaria di questo mare di sabbia. Sosta sull’alto di una duna in attesa del tramonto, ammirando gli spettacolari cromatismi con il progressivo calar del sole. Si raggiungerà quindi il campo permanente. In serata cenone di Capodanno con musica e festeggiamenti.

01/01/2017 – WAHIBA SANDS/WADI BANI KHALID/JALAN BANI BU ALI//AS SIWAYH /RAS AL JINZ Prima colazione e partenza per Wadi Bani Khalid, dove si visiterà uno dei wadi-oasi più pittoreschi dell’Oman, attraversato da un corso d’acqua perenne che crea laghetti e polle d’acqua con cascatelle. Paesaggio di straordinaria bellezza. Partenza quindi per Al Kamil e Jalan Bani Bu Ali, dove si visiterà (esterno) la Moschea Al Hamoda, caratterizzata dai suoi 52 domi, unica nel suo genere in Oman ed il Castello Al Hamoda, non ristrutturato, con la sua imponente e suggestiva costruzione. Pranzo in semplice ristorante locale. Partenza lungo la costa in direzione nord, attraverso As Siwayh ed altri villaggi di pescatori, fino a raggiungere Ras Al Jinz. Sistemazione allo Scientific Eco-Resort. Cena. Visita serale sulla spiaggia nella riserva per osservare le tartarughe che vengono a terra a deporre le uova. Pernottamento. Possibilità di una seconda visita alle prima ore del mattino.

02/01/2017 – RAS AL JINZ/SUR/WADI TIWI/BIMAN SINKHOLE/WADI ARBEEN/MUSCAT Prima colazione e partenza per Sur, dove si visiterà questa ridente cittadina sul mare, un tempo fiorente nodo commerciale verso l’Africa e l’India. Visita della fabbrica dei “dhow” le tipiche imbarcazioni omanite interamente in legno e costruite a mano. Visita quindi della zona di Ayjah, antico insediamento della città dove si trova il faro e si potrà ammirare uno splendido panorama su Sur e la sua laguna naturale. Partenza quindi per Tiwi per visitare lo splendido wadi con i laghetti naturali. Proseguimento per Biman Sinkhole, dove si visiterà questa singolare formazione geologica costituita da un profondo cratere naturale creatosi per sprofondamento ed al cui fondo si trova un laghetto di acque color smeraldo. Pranzo pic-nic. Partenza per Wadi Arbeen, uno dei più spettacolari wadi dell’Oman, incastonato fra pareti rocciose e vari corsi d’acqua, disegnando paesaggi di incredibile bellezza. Si proseguirà quindi fino a Muscat con sistemazione in hotel. In serata trasferimento al ristorante per una cena speciale di arrivederci a base di pesce fresco. Pernottamento.

03/01/2017 – MUSCAT Prima colazione e trasferimento finale in aeroporto. In base all’orario del volo di rientro, possibilità di effettuare ulteriori escursioni facoltative.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: IN DOPPIA: EUR 1795 P.P.
SUPPLEMENTO SINGOLA: EUR 620 per tutte le informazioni:www.intravco.it

governorate-of-muscat.jpg

 

Stingray o Pastinaca = Razza

Scopri i segreti di un pesce molto speciale! Al Nika Island Resort & SPA ogni sera intorno alle 20:30 vicino al pontile, sul versante Est dell’isola, si incontra una trentina di esemplari di Stingray maculate di tutte le dimensioni, insieme a stupendi grossi squali nutrice che si esibiscono in danze sincronizzate e volteggi, pavoneggiandosi simpaticamente di fronte ai nostri Ospiti sempre emozionati da questo spettacolo della Natura ma al tempo stesso concentrati per catturare le migliori pose con macchina fotografica e smartphone.
Fra tutti i pesci cartilaginei, le razze sono i più singolari, in quanto la loro classificazione è ancora oggetto di dibattito scientifico: ne esistono infatti quasi 600 specie suddivise in 18 famiglie.
Le uova deposte da questo pesce sono davvero insolite: di forma rettangolare, dal guscio robusto con angoli filiformi che si possono ancorare al fondale marino usando conchiglie e sabbia come zavorra (i piccoli impiegano 6 mesi per raggiungere il pieno sviluppo).  14053953_326317244370485_8731652159075229652_n

Il movimento delle razze è spesso paragonato a quello di un aliante. Le pinne pettorali e quelle pelviche sono come ali che permettono alla razza di volteggiare nel mare. La propulsione arriva prevalentemente dalla coda, il motore dell’animale. Le razze sono abilissime a scappare e ritirarsi quando vengono insidiate da un predatore!
Un tempo i samurai giapponesi rivestivano l’elsa delle spade con la pelle ruvida delle razze per avere una presa sicura! Dalla coda si ricavavano mazze e collane, dagli aculei punte di lancia, dalla pelle cuoio. La carne veniva cucinata come prelibatezza locale! Ancora oggi in Thailandia con la pelle di questo pesce vengono fabbricati portafogli e borse. Per questo vengono pescate in enormi quantità in tutto il globo e la loro sopravvivenza potrebbe diventare a rischio.

media-share-0-02-01-88a151cfbf8707b7f805360a9e6e90d3c3dd79c63d0ef62c0e175f76d0524d5b-Picture.jpg

Ecco chi siamo

Il nostro è un tour operator fondato nel 1973, ebbene sì…quest’anno sono 43 anni!, da Giampiero Bellazzi mitico pioniere del turismo alle Maldive.

Parte tutto da qui.
Da un’isola speciale alle Maldive, nell’Atollo di Ari: il Nika Island Resort.

Un luogo di assoluta bellezza in totale armonia con la natura e la vita che lenta scorre al ritmo della risacca.

Da allora siamo un tutt’uno con questo lembo di terra in mezzo all’Oceano Indiano, un legame forte ed emblematico del rapporto che ci lega a quest’area del mondo.

Da lì, da quel punto nell’Oceano siamo partiti 43 anni fa e da allora non ci siamo più fermati, aggiungendo altre destinazioni come Sri Lanka, Emirati Arabi, Oman, India e Mauritius.

Ecco chi siamo.

Benvenuti nel nostro mondo.