Spinner dolphins o Stenella longirostris

I delfini più comuni che incontrerete alle Maldive sono le stenelle dal lungo rostro. Generalmente vivono in branchi e spesso nuotano nell’onda di prua di navi e barche, sono estremamente acrobatici e si ritiene che i salti costituiscano una sorta di gioco o che li aiutino a liberarsi dei parassiti.

Il corpo è di colorazione grigio scuro, affusolato e snello. Il rostro, costituito dall’allungamento di mascella e mandibola, è lungo e sottile. La pinna dorsale è arcuata e piccola e si trova circa a metà del corpo. Le pinne pettorali sono affusolate. La pinna caudale è sottile e divisa in due lobi da un setto molto evidente. Come in tutti i Cetacei, la pinna caudale e la pinna dorsale sono prive di ossa e sono costituite da tessuto connettivo. La fronte è nettamente separata dal rostro e il melone è piuttosto pronunciato. I denti, presenti in numero di 50 sia sulla mascella sia sulla mandibola, sono corti e conici, del diametro di circa 3 mm e leggermente ricurvi. Sulla sommità del capo è presente lo sfiatatoio (attraverso cui la Stenella espelle l’aria respirata) e la cui apertura e chiusura è dovuta a muscolatura volontaria. Gli adulti hanno una taglia che varia da 129 a 235 cm ed un peso tra i 23 ai 79 kg. Si cibano prevalentemente di piccoli pesci, molluschi cefalopodi e talvolta anche crostacei.

La gestazione dura 10 mesi. L’intervallo tra una gestazione e l’altra è di circa 4 anni. Lo svezzamento dura circa 16 mesi.

Le stenelle producono suoni di frequenza compresa tra i 50 e i 150 kHz, detti click, utilizzati per l’ecolocalizzazione e quindi per la caccia. Sono in grado di emettere delle serie prolungate di click, detti burst, che al nostro orecchio appaiono simili a miagolii.

Insieme a questi suoni, sono in grado di produrre anche dei fischi, di frequenza più bassa (di circa 20 kHz), utilizzati per la comunicazione intraspecifica, che possono essere uditi anche a distanze molto elevate.

 

Annunci