Granchio Fantasma – Ghost Crab Ocypode ceratophthalma -Kiruka-kuni

019_90.jpg

Durante la vostra vacanza alle Maldive vi divertirete tantissimo a spiare questi simpatici granchi bianchi che scavano buche e corrono velocissimi sulla spiaggia.
Al Nika Island Resort & Spa i Kiruka-kuni, come li chiamano i maldiviani, vivono in tane profonde che scavano durante la notte, sappiate che sono molto timidi e quindi li vedrete uscire poco durante il giorno. Durante la notte si nutrono di residui animali e vegetali come plancton e carogne trascinati a riva dalle onde, ma prediligono anche molluschi e i piccoli di tartaruga appena le uova si schiudono.
Una curiosità sulle loro tane: quelle scavate dai maschi appaiono all’esterno molto ordinate, la sabbia è concentrata in un solo punto. Ecco come le femmine riconoscono le tane dei maschi e li vanno a cercare!
I granchi fantasma adulti hanno la dimensione del carapace di 40 mm e occhi cornuti e possono spostarsi fino alla velocità di circa 10 miglia all’ora. I “Ghost Crabs” crescendo mutano il loro esoscheletro e fino a quando lo scheletro esterno non è pronto, ossia indurito, il granchio è particolarmente vulnerabile.
Un’altra particolarità su questo crostaceo del genere Ocypode è che adotta una doppia strategia di camuffamento della livrea: di giorno appare in un modo, di notte in un altro. La variazione di colore è gestita sulla base dei colori dello sfondo su cui il granchio si muove; quando, durante la notte, il buio scurisce la superficie della spiaggia altrettanto fa il granchio con il proprio corpo.

Annunci

PESCE NAPOLEONE

biologia_napoleone_01.jpg

Pesce Napoleone o Cheilinus Undulatus
Pesce dal nome storico e dall’aspetto molto caratteristico, tra i più grandi della barriera corallina (l’esemplare più grande riconosciuto misura 230 cm per 190 kg). Il corpo è alto, compresso ai fianchi e robusto, la testa è caratterizzata da una prominenza frontale globosa ma irregolare che si sviluppa con l’età. Ha la bocca protrattile e grosse labbra carnose. In fondo alla bocca, anche se difficili da vedere, sono presenti grossi “molari” che permettono di rompere conchiglie anche di grosse dimensioni per nutrirsi dei loro molluschi. Si ciba inoltre di pesci, crostacei, echinodermi ed altri invertebrati, ed è uno dei pochi predatori di specie tossiche quali lepri di mare, pesci scatola e stelle corona di spine (Acanthaster Planci: divora ingenti tratti di barriera corallina ogni anno). Il Napoleone vive tra i 2 e 60 metri, nuota da pesce manovriero utilizzando le pinne pettorali come fossero ali di uccello. E’ tendenzialmente solitario, stanziale, di abitudini diurne. Si addormenta fra i coralli  durante la notte. Al Nika island resort & spa potrete incontrarlo in 3 punti di immersioni facilmente raggiungibili: kuda thila, blue caves e gangehi kandu. Il pesce Napoleone è considerato a rischio di estinzione perché le sue carni e le sue labbra costituiscono piatti molto ricercati. Se avrete la fortuna di incontrarlo noterete che si muove lentamente; non temetelo e’ amichevole e si avvicina facilmente all’uomo.
Un consiglio non date mai da mangiare ai pesci: danneggereste seriamente il loro fegato. Sappiate che il pane gonfia lo stomaco dei pesci fino alla morte!

http://www.intravco.it

pesce-napoleone_N1.jpgbiologia_napoleone_12.jpg