HAWKSBILL SEA TURTLE o TARTARUGA EMBRICATA – KAHANBU in lingua maldiviana

tarta embrica

E’ una tartaruga marina della famiglia delle Cheloniidae, sicuramente la più comune alle Maldive.

Al Nika Island Resort, con l’aiuto di un biologo cerchiamo di proteggerle e accudirle fino all’età adulta.  Questa specie in pericolo critico di estinzione perché minacciata da predatori (quando è piccola), dal commercio di cui è oggetto, dalla riduzione dell’habitat e dalla raccolta delle uova da parte dell’uomo.

Lo scudo è convesso, a forma di cuore, e presenta quattro paia di parti laterali. Le piastre cornee sono caratteristicamente sovrapposte come gli embrici di un tetto ed a ciò è dovuto il nome della specie. 

La testa di queste tartarughe è ben sviluppata. Sono prive di denti con un becco molto appuntito e tagliente, simile a quello dei rapaci. 

Le zampe anteriori sono larghe, con due unghie a forma di spina sul margine anteriore, e vengono utilizzate come pinne mentre quelle posteriori come timoni. 

La corazza è bruno-giallastra con marmoreggiature nere. Il carapace può misurare fino a 90 cm.

Sebbene questa tartaruga sia onnivora, ha una dieta essenzialmente basata sulle spugne. si nutre anche di alghe e di celenterati come le attinie, le meduse e la caravella portoghese.

Si riproduce da febbraio a luglio, a seconda che ci si sposti da sud verso nord. Scava nidi di circa 50 cm, e ogni femmina può deporre un centinaio di uova che schiudono in 45-55 giorni. I piccoli, appena nati, si dirigono verso il mare; purtroppo sopravvivono in pochissimi.

 

Annunci

Spinner dolphins o Stenella longirostris

I delfini più comuni che incontrerete alle Maldive sono le stenelle dal lungo rostro. Generalmente vivono in branchi e spesso nuotano nell’onda di prua di navi e barche, sono estremamente acrobatici e si ritiene che i salti costituiscano una sorta di gioco o che li aiutino a liberarsi dei parassiti.

Il corpo è di colorazione grigio scuro, affusolato e snello. Il rostro, costituito dall’allungamento di mascella e mandibola, è lungo e sottile. La pinna dorsale è arcuata e piccola e si trova circa a metà del corpo. Le pinne pettorali sono affusolate. La pinna caudale è sottile e divisa in due lobi da un setto molto evidente. Come in tutti i Cetacei, la pinna caudale e la pinna dorsale sono prive di ossa e sono costituite da tessuto connettivo. La fronte è nettamente separata dal rostro e il melone è piuttosto pronunciato. I denti, presenti in numero di 50 sia sulla mascella sia sulla mandibola, sono corti e conici, del diametro di circa 3 mm e leggermente ricurvi. Sulla sommità del capo è presente lo sfiatatoio (attraverso cui la Stenella espelle l’aria respirata) e la cui apertura e chiusura è dovuta a muscolatura volontaria. Gli adulti hanno una taglia che varia da 129 a 235 cm ed un peso tra i 23 ai 79 kg. Si cibano prevalentemente di piccoli pesci, molluschi cefalopodi e talvolta anche crostacei.

La gestazione dura 10 mesi. L’intervallo tra una gestazione e l’altra è di circa 4 anni. Lo svezzamento dura circa 16 mesi.

Le stenelle producono suoni di frequenza compresa tra i 50 e i 150 kHz, detti click, utilizzati per l’ecolocalizzazione e quindi per la caccia. Sono in grado di emettere delle serie prolungate di click, detti burst, che al nostro orecchio appaiono simili a miagolii.

Insieme a questi suoni, sono in grado di produrre anche dei fischi, di frequenza più bassa (di circa 20 kHz), utilizzati per la comunicazione intraspecifica, che possono essere uditi anche a distanze molto elevate.

 

Granchio Fantasma – Ghost Crab Ocypode ceratophthalma -Kiruka-kuni

019_90.jpg

Durante la vostra vacanza alle Maldive vi divertirete tantissimo a spiare questi simpatici granchi bianchi che scavano buche e corrono velocissimi sulla spiaggia.
Al Nika Island Resort & Spa i Kiruka-kuni, come li chiamano i maldiviani, vivono in tane profonde che scavano durante la notte, sappiate che sono molto timidi e quindi li vedrete uscire poco durante il giorno. Durante la notte si nutrono di residui animali e vegetali come plancton e carogne trascinati a riva dalle onde, ma prediligono anche molluschi e i piccoli di tartaruga appena le uova si schiudono.
Una curiosità sulle loro tane: quelle scavate dai maschi appaiono all’esterno molto ordinate, la sabbia è concentrata in un solo punto. Ecco come le femmine riconoscono le tane dei maschi e li vanno a cercare!
I granchi fantasma adulti hanno la dimensione del carapace di 40 mm e occhi cornuti e possono spostarsi fino alla velocità di circa 10 miglia all’ora. I “Ghost Crabs” crescendo mutano il loro esoscheletro e fino a quando lo scheletro esterno non è pronto, ossia indurito, il granchio è particolarmente vulnerabile.
Un’altra particolarità su questo crostaceo del genere Ocypode è che adotta una doppia strategia di camuffamento della livrea: di giorno appare in un modo, di notte in un altro. La variazione di colore è gestita sulla base dei colori dello sfondo su cui il granchio si muove; quando, durante la notte, il buio scurisce la superficie della spiaggia altrettanto fa il granchio con il proprio corpo.

Beach Villa, Deluxe Beach e Family Beach Villa e Family Deluxe Beach Villa con spiaggia privata… quale scegliere?

2014-12-28 06.35.26.jpg

Vi do qualche consiglio per prenotare la tipologia di villa per una vacanza al Nika Island Resort & Spa nell’atollo di Ari e godervi al meglio i vostri giorni nel paradiso tropicale.

Tutte le Ville (sono solo 27) hanno un lussureggiante giardino, un cottage con Jacuzzi vista mare e un’ampia spiaggia privata; gli interni sono di dimensioni molto ampie dai 75 mq ai 110 mq, ma le esigenze dell’ospite si differenziano per la posizione delle ville e non solo.

Ecco la mia opinione:
Io che amo nuotare, costeggiando la barriera corallina, preferisco senza dubbio alloggiare in una Deluxe Beach Villa (posizionata a sud ovest): mi immergo nella splendida laguna e con due bracciate sono già fra i simpatici pesci del reef di casa.
Consiglio invece la Beach Villa, (posizionata a nord est) a chi ama crogiolarsi al sole nella pace della laguna color turchese e a chi ha bambini che potranno deliziarsi nelle acque cristalline a due passi dalla riva. Da questo lato, la distanza per raggiungere la barriera corallina richiede un paio di minuti di nuoto in più.
Entrambe queste categorie di villa ospitano 2 adulti e 2 bambini.
Se amate i grandi spazi potete alloggiare in una Family Beach o Family Deluxe Beach villa con doppia camera da letto, doppi servizi ed ampio salone; ospitano fino a 6 persone.
Per le famiglie numerose c’è anche la Sultan Suite: due appartamenti comunicanti con entrate separate, amplissima spiaggia privata.
Una Beach Villa è stata adattata alle esigenze delle persone con mobilità ridotta.
La barriera corallina che circonda il Nika digrada lentamente ed ha una profondità massima di 18 metri. In circa 60 minuti di “snorkeling” potrete serenamente esplorare la biodiversità del Nika House Reef compiendo il periplo dell’isola a nuoto.

_S4A3372.jpg

CAPODANNO IN OMAN by INTRAVCO

920x390_Desert.jpg920x390_31082012-IMG_4418.jpg

CAPODANNO NEL DESERTO: TOUR DISEGNI DI SABBIA  

7 giorni/6 notti, guida in italiano Partenza: 28 dicembre 2016 / Ritorno: 3 gennaio 2017 con Capodanno nel deserto. Un programma straordinariamente completo e ricco di visite che accompagneranno alla scoperta delle varie bellezze dell’Oman, dai Forti, Castelli e villaggi tradizionali, alle meravigliose oasi e wadi e ben 2 deserti, con caratteristiche differenti. L’itinerario si svolge per i primi 3 giorni in minibus per visitare la città, Nizwa e dintorni e gli ultimi 3 giorni in super confortevoli fuoristrada 4×4 Toyota Land Cruise o Nissan Patrol,

Durata: 7 GIORNI/6 NOTTI (estendibili: Musandam, Dhofar, Dubai)

Lingua: GUIDA UFFICIALE ITALIANA MADRELINGUA

28/12/2016 – MUSCAT Arrivo e trasferimento in hotel. Le camere verranno consegnate di norma per le ore 14.00. Alle ore 14.30 incontro con la guida italiana nella lobby dell’hotel e partenza per il Museo etnologico Bait Al Zubair la cui visita permetterà oltre che di osservare una preziosa collezione di Spade (Al Saif), Pugnali (Kanjar), armi varie e ceramiche, anche di comprendere costumi e tradizioni dell’Oman. Visita quindi dell’Alam Palace, residenza ufficiale del Sultano (esterno), dei due forti Portoghesi (esterno), Mirani e Jalali e del souq di Muttrah. Rientro in hotel per le ore 18.30. Pernottamento.

29/12/2016 – MUSCAT/BIRKAT AL MOUZ/NIZWA Prima colazione e visita della Grande Moschea, uno dei monumenti simbolo della città, per il suo stile raffinato ed elegante. Realizzata dal 1995 al 2001, la Moschea si estende su un’area 40000 mq. e fonde con grande armonia elementi che caratterizzano l’Oman in differenti stili islamici, utilizzando materiali di pregio provenienti da varie parti del mondo. Partenza per Birkat Al Mouz e visita della splendida oasi e del falaj Al Khatmeen, uno dei 5 aflaj iscritti nell’elenco dell’Unesco come patrimonio dell’umanità. Pranzo in una tipica casa omanita con menù a base di piatti locali. Partenza quindi per Nizwa. Arrivo e visita dell’antica capitale dell’Oman nel IX secolo, conosciuta con il nome di “Perla dell’Islam”. Si visiteranno il Forte risalente al XVII secolo ed il Castello, molto più antico, che data IX secolo. Visita quindi dei vari souq dove si potranno acquistare datteri, articoli dell’artigianato locale specie in argento, il tipico “kanjar”, spezie ed oggetti in terracotta. Proseguimento per l’hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

30/12/2016 – NIZWA/JABRIN/BAHLA/AL HAMRA/MISFAT/NIZWA Prima colazione e visita al mercato tradizionale del venerdì (goat market) a Nizwa. Partenza quindi per Jabrin, dove si trova il Castello più raffinato del Sultanato, un tempo polo di attrazione per studiosi ed eruditi. Il castello fu fatto costruire dall’imam Bil Arab bin Sultan Al Yaaruba nel XVII secolo ed è famoso per I suoi soffitti finemente affrescati. Partenza per Bahla per una breve visita dall’esterno della vecchia città fortificata, primo sito iscritto nel 1987 nell’elenco dell’Unesco come patrimonio dell’umanità. Pranzo in semplice ristorante locale a base di piatti tipici arabi. Partenza quindi per Al Hamra per visitare la splendida oasi ed il vecchio villaggio con le case in fango. Si proseguirà quindi lungo un bell’itinerario che si inerpica fino a quota 900 mt. circa per raggiungere il tradizionale villaggio di Misfat Al Abriyyn, situato in spettacolare posizione panoramica sul fianco della montagna. Passeggiata all’interno del villaggio per osservare i caratteristici “aflaj”, canali per il trasporto dell’acqua, alberi di mango, papaya, melograno e varie coltivazioni. Si potrà comprendere come si svolge la vita rurale in Oman. Rientro a Nizwa. Cena e pernottamento.

31/12/2016 – NIZWA/MANAH/AL JADIDAH/UM QASHRAB/WAHIBA SANDS Prima colazione, incontro con i fuoristrada 4×4 e partenza per Manah dove si visiterà il Forte Al Fiqain (esterno), il più alto dell’Oman, ed il vecchio villaggio tradizionale con le case in fango. Partenza per Al Jadidah e quindi per il deserto di Wahiba Sands, attraverso un susseguirsi di dune fino a raggiungere Um Qashrab, località situata nel cuore di Wahiba Sands, dove si trova un’incredibile vegetazione con alberi e cespugli. Pranzo pic-nic. Si proseguirà quindi lungo un’affascinante itinerario di ben 110 km. all’interno del deserto con numerosi stop fotografici, un’avventura unica ed indimenticabile per vivere l’atmosfera straordinaria di questo mare di sabbia. Sosta sull’alto di una duna in attesa del tramonto, ammirando gli spettacolari cromatismi con il progressivo calar del sole. Si raggiungerà quindi il campo permanente. In serata cenone di Capodanno con musica e festeggiamenti.

01/01/2017 – WAHIBA SANDS/WADI BANI KHALID/JALAN BANI BU ALI//AS SIWAYH /RAS AL JINZ Prima colazione e partenza per Wadi Bani Khalid, dove si visiterà uno dei wadi-oasi più pittoreschi dell’Oman, attraversato da un corso d’acqua perenne che crea laghetti e polle d’acqua con cascatelle. Paesaggio di straordinaria bellezza. Partenza quindi per Al Kamil e Jalan Bani Bu Ali, dove si visiterà (esterno) la Moschea Al Hamoda, caratterizzata dai suoi 52 domi, unica nel suo genere in Oman ed il Castello Al Hamoda, non ristrutturato, con la sua imponente e suggestiva costruzione. Pranzo in semplice ristorante locale. Partenza lungo la costa in direzione nord, attraverso As Siwayh ed altri villaggi di pescatori, fino a raggiungere Ras Al Jinz. Sistemazione allo Scientific Eco-Resort. Cena. Visita serale sulla spiaggia nella riserva per osservare le tartarughe che vengono a terra a deporre le uova. Pernottamento. Possibilità di una seconda visita alle prima ore del mattino.

02/01/2017 – RAS AL JINZ/SUR/WADI TIWI/BIMAN SINKHOLE/WADI ARBEEN/MUSCAT Prima colazione e partenza per Sur, dove si visiterà questa ridente cittadina sul mare, un tempo fiorente nodo commerciale verso l’Africa e l’India. Visita della fabbrica dei “dhow” le tipiche imbarcazioni omanite interamente in legno e costruite a mano. Visita quindi della zona di Ayjah, antico insediamento della città dove si trova il faro e si potrà ammirare uno splendido panorama su Sur e la sua laguna naturale. Partenza quindi per Tiwi per visitare lo splendido wadi con i laghetti naturali. Proseguimento per Biman Sinkhole, dove si visiterà questa singolare formazione geologica costituita da un profondo cratere naturale creatosi per sprofondamento ed al cui fondo si trova un laghetto di acque color smeraldo. Pranzo pic-nic. Partenza per Wadi Arbeen, uno dei più spettacolari wadi dell’Oman, incastonato fra pareti rocciose e vari corsi d’acqua, disegnando paesaggi di incredibile bellezza. Si proseguirà quindi fino a Muscat con sistemazione in hotel. In serata trasferimento al ristorante per una cena speciale di arrivederci a base di pesce fresco. Pernottamento.

03/01/2017 – MUSCAT Prima colazione e trasferimento finale in aeroporto. In base all’orario del volo di rientro, possibilità di effettuare ulteriori escursioni facoltative.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: IN DOPPIA: EUR 1795 P.P.
SUPPLEMENTO SINGOLA: EUR 620 per tutte le informazioni:www.intravco.it

governorate-of-muscat.jpg

 

Stingray o Pastinaca = Razza

Scopri i segreti di un pesce molto speciale! Al Nika Island Resort & SPA ogni sera intorno alle 20:30 vicino al pontile, sul versante Est dell’isola, si incontra una trentina di esemplari di Stingray maculate di tutte le dimensioni, insieme a stupendi grossi squali nutrice che si esibiscono in danze sincronizzate e volteggi, pavoneggiandosi simpaticamente di fronte ai nostri Ospiti sempre emozionati da questo spettacolo della Natura ma al tempo stesso concentrati per catturare le migliori pose con macchina fotografica e smartphone.
Fra tutti i pesci cartilaginei, le razze sono i più singolari, in quanto la loro classificazione è ancora oggetto di dibattito scientifico: ne esistono infatti quasi 600 specie suddivise in 18 famiglie.
Le uova deposte da questo pesce sono davvero insolite: di forma rettangolare, dal guscio robusto con angoli filiformi che si possono ancorare al fondale marino usando conchiglie e sabbia come zavorra (i piccoli impiegano 6 mesi per raggiungere il pieno sviluppo).  14053953_326317244370485_8731652159075229652_n

Il movimento delle razze è spesso paragonato a quello di un aliante. Le pinne pettorali e quelle pelviche sono come ali che permettono alla razza di volteggiare nel mare. La propulsione arriva prevalentemente dalla coda, il motore dell’animale. Le razze sono abilissime a scappare e ritirarsi quando vengono insidiate da un predatore!
Un tempo i samurai giapponesi rivestivano l’elsa delle spade con la pelle ruvida delle razze per avere una presa sicura! Dalla coda si ricavavano mazze e collane, dagli aculei punte di lancia, dalla pelle cuoio. La carne veniva cucinata come prelibatezza locale! Ancora oggi in Thailandia con la pelle di questo pesce vengono fabbricati portafogli e borse. Per questo vengono pescate in enormi quantità in tutto il globo e la loro sopravvivenza potrebbe diventare a rischio.

media-share-0-02-01-88a151cfbf8707b7f805360a9e6e90d3c3dd79c63d0ef62c0e175f76d0524d5b-Picture.jpg